Matangi, la Dea della Conoscenza. Manifestare luce, arti e liberi pensieri.

matangi illustration#2

Chi è Matangi?

In una specifica relazione con l’energia creativa femminile, Matangi, rappresenta la capacità di rivelare la più intima e profonda voce del femminile, espandendo i confini ed aprendo il cuore a nuovi orizzonti. Rappresenta la possibilità di manifestare il potere dell’energia creativa in ogni sua forma, senza censure, senza proibizioni. Ci aiuta a riscoprire quanto nascosto e sotterrato da strati di polvere. Con il suo energico soffio, rispolvera il cuore riportandoci in connessione con il nostro intuito più sottile.

Nella tradizione indiana vive ai margini della società, considerata al pari degli “intoccabili”, fuori dai confini di quanto ritenuto convenzionale. E’ una visionaria, selvaggia e libera da costrizioni sociali, di ogni genere. E’ pura espressione della Śakti  (il divino potere creativo femminile che si muove e regola l’intero Universo).

La sua particolare Siddhi (potere spirituale) è la capacità di risvegliare la creatività nel senso più ampio e profondo del termine, di far riemergere antichi saperi preparando il terreno per ogni tipo di manifestazione della creatività stessa.

Per accedere a questa siddhi, bisogna sapersi arrendere in modo consapevole al processo creativo, comprendendo l’importanza di ogni singola fase.

Un processo creativo, infatti, alterna momenti gioiosi ed estatici di pensieri, idee e progetti che prendono forma tra le nostre mani, a momenti in cui il dubbio e l’incertezza ci accompagnano, rendendo il cammino faticoso e privo, in apparenza, di un reale significato. Momenti in cui è necessario abbandonarsi con fiducia all’attesa che tutto scorra e abbia il tempo di manifestarsi; un po’ come piantare un semino nel terreno, innaffiarlo con cura, lasciando che il tempo ed il calore del sole gli permettano di germogliare, o ancora, come preparare l’impasto per il pane, mescolando amorevolmente tutti gli ingredienti, per poi lasciare che abbia il tempo necessario per lievitare avvolto in un tiepido canovaccio.

L’attesa, paziente e consapevole, resta uno degli ingredienti più importanti di un processo creativo e molto spesso è il più trascurato, se non negato.

In tempi frenetici e rapidi, in cui tutte le connessioni e gli scambi di immagini-pensieri-azioni-impegni avvengono in “tempo reale” scanditi da agende sempre più fitte ed organizzate meticolosamente, sembra impossibile pensare di dover ritagliare uno spazio (apparentemente) vuoto per lasciare che la nostra creatività faccia il suo corso, che abbia spazio per maturare. Sembra uno spreco di tempo. Uno spreco.

Eppure è una parte preziosissima, forse la più importante. matangi illustration#1

Matangi ci suggerisce come ogni cosa arrivi al momento più opportuno, in fase ciclica, e perché ciò avvenga, bisogna rispettare il corso naturale degli eventi, senza inutili forzature. Il flusso della creatività femminile non può essere incasellato in una schematica e continua linea progressiva; morbide e variabili curve sono più adatte a rappresentarlo.

La pratica dello Yoga ci supporta in questo, ci aiuta a coltivare un senso di connessione con le morbide curve che ci accompagnano lungo il cammino. Un senso di profonda integrità. Un senso di fiducia ed allo stesso tempo di abbandono all’alternarsi di queste continue fluttuazioni.

Attraverso la pratica, alimentiamo la consapevolezza del nostro corpo, rispettiamo  e celebriamo la sua saggezza, apriamo un dialogo sincero ed onesto fondato sull’ascolto di ogni suo segnale, di ogni sua manifestazione.

Il ciclo mestruale diviene uno strumento prezioso per ogni donna. La prima grande consapevolezza da affinare riguarda le diverse fasi mestruali femminili, e come siano in grado di fornirci una  chiara mappatura del nostro processo creativo, proprio come l’alternarsi delle stagioni di Madre Natura.

La maggiore sensibilità che affiora nel corso di alcune fasi del ciclo mestruale, infatti, può essere una grande fonte di ispirazione e nutrimento per sostenere la Matangi che è in ognuna di noi. L’energia che accompagna le diverse fasi mestruali può fornirci il potere di visualizzare, concretizzare ed esternare idee o progetti, di concepirli e nutrirli fino al momento del loro ingresso nel mondo esterno: una vera e propria “nascita” che può verificarsi innumerevoli volte nel corso della vita di una donna. matangi illust

La consapevolezza nel riconoscere la manifestazione di ogni fase accresce il potere creativo che risiede in ognuna di noi, e così libero di manifestarsi in tutto il suo potenziale, renderà il nostro cammino più armonioso ricco e significativo, promuovendo la piena libertà di espressione di ciò che appartiene alla nostra reale  natura.

 

Yantra, un veicolo per connettersi con l’energia di Matangi 

Real Matangi Yantra

La Dea della Conoscenza, Matangi, promuove l’abilità di esprimere il proprio pensiero, senza censura. Crea spazio per coltivare la creatività. Risvegliando in noi la sua energia, allontaniamo la disarmonia, aprendoci ad una vita ricca di equilibrio, purezza e libertà di espressione, in ogni sua forma.

Ritagliati un piccolo momento di meditazione per esplorare questo Yantra. Osservalo, percorri i suoi sentieri, le sue trame e mantieni il tuo cuore aperto a ciò che emergerà.  Affidati all’intuito, al sentire e continua ad innaffiare i tuoi semini buoni.

La primavera è alle porte, prepara il terreno perché il tuo fiore cresca colorato e ricco di profumo

 

Matangi Mudra matangi mudra_1

Matangi Mudra è un gesto simbolico di armonia interiore. La pratica di questo mudra promuove la ricerca di equilibrio con sé stessi e con l’ambiente circostante. 

Incrociate le dita delle mani e sollevate entrambi medi verso l’alto mantenendoli a contatto fra di loro.  Le mani saranno posizionate all’altezza del plesso solare, vicino all’ombelico.

Praticate una respirazione diaframmatica, osservando il percorso naturale del respiro, senza condizionarlo in alcun modo, focalizzando la vostra attenzione sul movimento del plesso solare in sintonia con il flusso del respiro.

Questa semplice pratica vi aiuterà ad alleviare le tensioni interne, ritrovando un senso di quiete fisica e mentale.

Potete scegliere di inserire questa postura per 5 (o più) minuti, nel contesto della vostra pratica yoga quotidiana oppure la potrete praticare in qualsiasi momento della giornata in base al vostro sentire, per riportare un senso di pace e di equilibrio dentro di voi.

Jai Ma Yogini!

Mir


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *